Il verde stabilizzato è per sempre

Pubblicato: 19/09/2016

La stabilizzazione delle piante è un procedimento totalmente ecologico che consiste nella sostituzione della linfa con un prodotto di conservazione a base di glicerina naturale ed acqua che permette alla pianta di conservare/stabilizzare la sua flessibilità e freschezza naturale senza nessuna manutenzione. Ciò significa che le piante non richiedono di essere irrigate, né di essere esposte alla luce, poiché non subiscono il processo di fotosintesi.

Ciò non toglie che, seguendo questi pochi consigli, è possibile ottimizzarne la durata nel tempo, fino a un massimo di dieci anni:

•    Evitare di schiacciare o piegare foglie e petali;
•    Evitare l’esposizione diretta al sole;
•    Mantenere il livello di umidità tra il 40% e il 70%.
•    Utilizzare solo in ambienti interni;
•    Non bagnare o immergere nell’acqua.

Quanto alla pulizia, si consiglia di spolverare occasionalmente con un asciugacapelli a temperatura e potenza bassa, in modo da eliminare quei pochi residui di polvere che dovessero formarsi: al contrario delle piante artificiali, le piante stabilizzate non sono statiche, per cui la polvere non aderisce. 

Con il verde stabilizzato si può decorare ogni angolo della casa: piante 100% naturali stabilizzate, che non necessitano di cure e dall'aspetto sempre rigoglioso, oggi rappresentano una scelta d'arredo sempre più in voga e sempre più in linea con la voglia di introdurre un angolo di natura tra le pareti domestiche.