Raccolta e stabilizzazione del lichene

Pubblicato: 08/09/2016

Nei boschi rivolti a Nord, lì dove si estendono sconfinate foreste, numerosissimi laghi e la gelida tundra, si aprono paesaggi a noi sconosciuti, dove il lichene, risultato da una simbiosi tra un fungo e un’alga, è da sempre un elemento naturale raccolto e utilizzato in diversi ambiti.

Dalla produzione di coloranti naturali, quando ancora non esistevano quelli sintetici, alle cure omeopatiche per liberare le vie respiratorie, fino all’arredamento e design, il lichene è un organismo polivalente, la cui raccolta è tutelata e monitorata da precise norme forestali: infatti, è consentito raccogliere il lichene periodicamente ogni dieci anni sullo stesso appezzamento di terreno. La raccolta è effettuata esclusivamente per liberare le radici degli alberi nelle foreste garantendo e assicurando la protezione dell’ecosistema. Per questo è possibile importarlo solo in quantità ridotte, rendendolo pertanto un prodotto unico ed esclusivo.

I licheni MOSSMANIA sono raccolti a mano, selezionati con cura nel pieno rispetto della natura. Una volta raccolti, i licheni vanno stabilizzati attraverso un procedimento in cui si assorbe la linfa sostituendola con un prodotto di conservazione naturale a base di glicerina, che permette alla pianta rimanere bloccata nel tempo, assicurandone “l’eterna giovinezza” senza bisogno di manutenzione né irrigazione. Lo stesso discorso vale per tutte le altre piante stabilizzate MOSSMANIA, rimanendo sempre morbide, flessibili e a lunga durata.

Dalla stabilizzazione del lichene si passa poi alla colorazione. Al contrario di quanto si possa pensare, il colore naturale del lichene è il bianco, ciò facilita senz’altro il processo di colorazione, attraverso il quale il lichene va tinto con coloranti naturali nelle dieci colorazioni disponibili (ad eccezione del colore Natural): May Green, Apple Green, Dark Green, Yellow, Fuchsia, Orange, Red, Marine, Carbon Black.

In seguito a questo procedimento, il lichene resta un materiale 100% naturale ed ecologico, ignifugo e atossico: condizioni necessarie affinché possa essere impiegato nella progettazione d’interni, nell’arredamento e design nel completo rispetto della natura.